Il nostro posto nell’Universo

Aggiunto da Dario in Astronomia il 6 luglio 2011

universo

Com’è composto un indirizzo*?

C’è prima la via, poi il numero civico, poi il codice di avviamento postale, poi il Comune, poi la Provincia ed infine la sigla dello Stato. A patto di scrivere l’indirizzo completo, solitamente così le cartoline arrivano!

E’ uno dei tanti esempi di tassonomia: un sistema di classificazione composto da una struttura annidata e gerarchica che permette di rintracciare qualsiasi elemento – in questo caso luogo – precedentemente classificato.

Nella vita comune questo è sufficiente, ma in astronomia c’è bisogno di qualcosa in più.

Sin da bambini ci hanno insegnato che viviamo in un pianeta chiamato Terra, uno degli 8 pianeti del sistema solare. Un pianeta così peculiare da aver permesso la comparsa della vita e la sua evoluzione fino a oggi.

Ieri abbiamo visto che sono stati scoperti 569 pianeti extra-solari, tutti pianeti in orbita attorno ad altre stelle della nostra galassia.

Ma la Via Lattea è solo una tra le circa cento miliardi di galassie che popolano l’Universo osservabile! Quindi, se volessimo ricevere una cartolina da un immaginario amico intergalattico, dovremmo specificare il nostro indirizzo… un po’ meglio!

La Terra fa parte del sistema planetario che orbita attorno alla stella Sole, all’interno del braccio di Orione della galassia Via Lattea. Ma visto che le galassie tendono a raggrupparsi insieme (un po’ come i funghi), dovremmo anche specificare che la Via Lattea si trova all’interno del cosiddetto Gruppo Locale, un insieme di circa 50 galassie a noi vicine.

Questo gruppo di galassie fa poi parte di un ammasso di galassie chiamato ammasso della Vergine, che contiene circa 2.000 membri.

A sua volta quest’ammasso fa parte del Superammasso Locale. Ma se finisse così sarebbe troppo semplice, infatti questo grappolo di ammassi di galassie – ognuna contenente circa 100 miliardi di stelle – non è l’unico, anzi! L’intero universo osservabile si presenta come una distribuzione uniforme di tali superammassi.

Ecco allora un semplice diagramma che rappresenta l’universo osservabile: si parte dalla Terra per poi allontanarsi sempre di più e acquisire così una prospettiva d’insieme.

Clicca sull’immagine per vederla ad alta risoluzione (5.000×2.500 pixel):

Insomma, c’è solo da augurarsi che il sistema postale intergalattico funzioni meglio di quello nazionale!   ;-)

* Una volta era più semplice, c’erano solo gli indirizzi postali. Ora è già una sfida capire di quale indirizzo si stiaa parlando: Internet, e-mail, … ?!   Auguri!



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...