Transito di Venere del 6 Giugno 2012

Transito di Venere del 6 Giugno 2012

Ci siamo, tra poche ore avrà inizio il transito di Venere: poco dopo mezzanotte (ora italiana), la Terra, il Sole e Venere saranno perfettamente allineati.

Transito di Venere - 6 Giugno 2012

Quando tale allineamento si verifica con la Luna, dalla Terra vediamo un’eclissi di Sole; quando capita con Venere – che è più distante da noi – solo una piccola frazione del disco solare viene eclissata.

Transito di Venere - 6 Giugno 2012Il termine transito rende bene l’idea della dinamica: i pianeti girano intorno al Sole, le orbiti sono inclinate di angoli simili rispetto al piano medio e periodicamente si allineano tra loro. Quando in questo allineamento un pianeta passa davanti al Sole, noi ne vediamo il dischetto nero che transita davanti al disco solare.

I transiti di Venere sono eventi abbastanza rari. Il prossimo avverrà infatti nell’anno 2117: persa questa occasione, non avremo altre possibilità di osservarlo (esclusi i pochi nati ora e con un’aspettativa di vita centenaria).

Il transito del 6 giugno 2012 durerà 6 ore e 50 minuti, ma inizierà quando in Italia sarà ancora notte, impossibile per noi da osservare. Appena però il Sole farà capolino sopra all’orizzonte, gli appassionati potranno seguire l’ultima fase del fenomeno, l’affascinante uscita di Venere dal disco solare – nuvole permettendo.

Schema transito di VenereSe volete conoscere gli istanti dei cinque momenti chiave del transito in base alla vostra città, utilizzate questa pagina, calcolerà tutti i dati di cui avete bisogno. All’apertura della pagina i calcoli vengono effettuati per la località di Viareggio: modificate i dati ed inserite quelli di vostro interesse.

Se non avete la strumentazione necessaria, o non avete voglia di alzarvi (… letteralmente!) all’alba, è in ogni caso possibile seguire la diretta dell’evento sul sito della Notte di Venere, un progetto a cura dell’INAF – Osservatorio Astronomico di Padova.

ISS - Stazione Spaziale Internazionale

Anche a bordo della Stazione Spaziale Internazionale l’attenzione sarà rivolta verso il Sole. Considerato infatti quanto raro sia il fenomeno, sarà una delle prime vere occasioni per osservarlo e studiarlo dallo spazio grazie alle tecnologie più moderne.

Aspettiamo dunque le belle immagini che i satelliti, gli astronomi e gli osservatori amatoriali sapranno catturare!

NB: non osservare direttamente la luce del Sole, può causare danni alla vista.



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...